X
Menu

IL TRASIMENO PROMOTORE  del  TURISMO SOSTENIBILE

progetti

 

“Consapevolezza   alimentare – sano stile di vita – turismo creativo rurale”

Sintesi del documento d’intesa

Premessa:

Il territorio del Trasimeno grazie alla capacità di creare una rete tra le scuole, gruppi di oratori – centri di aggregazione giovanili, istituzioni pubbliche e private, associazioni e aziende diventa il   promotore del proprio ambiente rurale   tramite la sensibilizzazione delle nuove generazioni sui temi della qualità della vita, il territorio rurale, la pratica di un turismo lento e sostenibile e la conoscenza di angoli suggestivi e nascosti ma depositari di storia e tradizioni locali. Dal mondo rurale parte il messaggio che il ruolo fondamentale del cibo, dei sapori e dei prodotti del territorio sono valori culturali di enorme rilievo, legati soprattutto ad un insieme di aspetti riconducibili alle tecniche di coltivazione, all’artigianato tipico, alle tecniche architettoniche e costruttive, alle produzioni agroalimentari (tradizionali e non), alle forme di controllo e di gestione ambientale, alla cultura e alle tradizioni delle aree rurali. In parallelo con la piena tutela degli ambiti a vocazione naturalistica integrale, la salvaguardia dell’azienda agricola diventa un presupposto essenziale della tutela dell’ambiente e del paesaggio, in quanto, attraverso di essa, si preservano sia gli aspetti organizzativi che le risorse naturali ed ambientali.La riscoperta del mondo rurale – e con esso anche del paesaggio rurale – è un passaggio necessario verso una valorizzazione della nostra cultura e della nostra storia, ma anche del cammino della nostra civiltà e della nostra economia verso i modelli di crescita orientati allo sviluppo sostenibile. Premesso che Le Fattorie Didattiche (riconosciute e regolamentate dalla regione Umbria) sono l’ esempio di “multifunzionalità” nell’Agricoltura che incrocia il Turismo –Scuola – Ambiente e Salute, con il compito di avvicinare e far riavvicinare al mondo rurale, per riscoprire il territorio – educare alla consapevolezza alimentare – a mantenere la biodiversità –  ad incoraggiare a corretti stili di vita e a partecipare ad un benessere complessivo cominciando dalla produzione di sani alimenti e alla fruibilità delle proprie aziende. Il ruolo centrale dell’agricoltura familiare nel fare fronte alla doppia emergenza che il mondo si trova oggi ad affrontare: migliorare la sicurezza alimentare e preservare le risorse naturali, basi fondamentali per promuovere e guadagnare salute e ben-essere.

Dall’anno 2007 è stato costituito, tutt’ora attivo, un gruppo inter-istituzionale (Usl, Zona Sociale, CeSVol) per la promozione della salute della popolazione (in riferimento al DPCM Guadagnare salute del  2007) che ha il compito di coordinare le attività PEaS (promozione-educazione alla salute) del territorio per evitare sovrapposizioni e, soprattutto, per accogliere e per orientare gli input che vengono dai servizi e dai cittadini.

Ci sono circa quattrocento Associazioni (volontariato, promozione sociale, sportive) alcune delle quali sono associate al Centro Servizi per il Volontariato (CeSVol) di Perugia con una sede locale a Castiglione del Lago.

Le scuole presenti sono: 2 istituti omnicomprensivi (sec. I e II grado), 2 circoli didattici (infanzia e primaria), 4 istituti comprensivi (infanzia, primaria e sec. I grado) e 1 ISIS (sec. II grado).

Esiste e viene agito, dall’anno 2007, un Protocollo di intesa in materia di integrazione e sperimentazione delle attività inerenti alla promozione della salute della comunità scolastica (2007-2010; 2011-2014; 2014-2017), firmato da Distretto Sanitario del Trasimeno-Usl Umbria 1, Scuole di ogni ordine e grado del Trasimeno, Ambito Territoriale n. 5, CeSVol, Comune capofila AT 5, Ufficio Scolastico Regionale (vedi http://www.uslumbria1.gov.it/notizie/il-protocollo-in-materia-di-integrazione-e-sperime).In virtù del citato protocollo dal 2010 sono state avviate varie linee di Piedibus scolastico, attualmente attive nelle scuole primarie dei Comuni di Castiglione del Lago, Magione e Piegaro.Di recente sono state avviate anche linee Piedibus del BenEssere  (Gruppi di cammino) rivolte a tutta la popolazione sull’onda dell’esperienza di altri territori umbri (Perugia, Foligno, Spoleto, Bastia, Assisi,…).Questa esperienza sarà diffusa sul territorio grazie al progetto “Umbria cammina” inserito nel Piano della Prevenzione 2014-2018.

Il gruppo integrato è stato coinvolto nella stesura del nuovo Piano Regionale di Prevenzione della Regione Umbria (2014-2018) di recente pubblicazione, ove sono indicati 10 programmi per la prevenzione e la promozione della salute della popolazione umbra.

Fra questi alcuni riguardano la promozione di stili di vita sani (corretta alimentazione, adeguata attività motoria…) e della positiva relazione dei bambini e dei giovani all’interno dei propri contesti di vita. Conoscere l’ambiente in cui si vive, sviluppare sussidiarietà orizzontale nel proprio territorio sono elementi che migliorano il senso di appartenenza e quindi le cosiddette “radici” che servono ai giovani per crescere.

OBIETTIVO

Tutto ciò si inserisce in un quadro più ampio in cui tutti i soggetti istituzionali e non, sono chiamati ad impegnarsi nella promozione di iniziative finalizzate alla costruzione di percorsi educativi e formativi rivolti all’intera collettività per far sì che la maggior parte dei cittadini opti per scelte di tutela del proprio benessere e dell’ambiente.                                                                                Vanno in   questa direzione le azioni intraprese negli ultimi anni dalla ASL territoriale che intende promuovere stili di vita salutare non limitandosi solo agli aspetti nutrizionali, ma estendendo il campo agli aspetti psico-pedagogici e relazionali, anche in collaborazione con altri stakeholder.               Il coinvolgimento delle fattorie didattiche dà un valore aggiunto che spinge le Istituzioni coinvolte a proseguire l’esperienza di sensibilizzazione e di consapevolezza dei più giovani.

In linea con i principi del programma inter-ministeriale Guadagnare salute. Rendere facili le scelte salutari (DPCM del 2007), per agire sui determinanti socio-economici e ambientali delle malattie croniche, per dare maggior credibilità ai messaggi da veicolare, per consolidare il rapporto tra cittadini e istituzioni, per assicurare un’informazione univoca e completa sono necessarie alleanze tra forze diverse e azioni sinergiche. Il programma Guadagnare Salute punta sulla collaborazione tra i vari soggetti portatori di interesse e settori diversi della società (Amministrazioni locali, organizzazioni, enti, associazioni, istituzioni, ecc. ) tra cui il Ministero dell’Agricoltura, dell’Istruzione.

Pertanto con il presente protocollo, che apre una nuova fase del percorso intrapreso, si intende diffondere una cultura di buone pratiche attraverso esperienze dirette a scuola e in altri luoghi privilegiati, in modo da sviluppare modelli di comportamento responsabili e rispettosi anche della natura.                                                                                                                                                                             

SOGGETTI ADERENTI 

I soggetti aderenti al protocollo d'intesa:
Az. Agr. di Patrizio Bittarelli località Poggio Del Sole, Castiglione Del Lago Az. Agr. Il Poggio di Anna Gattobigio Via Petrarca, 60 Macchie – Castiglion del Lago Az. Agr. Flavio Orsini località San Donato Passignano sul Trasimeno Fattoria La Dogana di Laura Scalogni località Forma nuova Tuoro sul Trasimeno – Fattoria Melagrani Via Porto Castiglione del Lago Fattoria Madonna delle Grazie di Città della Pieve Associazione   Panta – Rei Passignano sul Trasimeno Casa di Campagna di Magione Le Fattorie Didattiche dell’Umbria di Turismo Verde della CIA-UMBRIA, c/o CIA Umbria Via M Angeloni, 1 Perugia – rappresentate dal coordinatore Antonio Lattanzi.
COMUNI:
Comune di Magione Comune di Tuoro sul Trasimeno Comune di Passignano sul Trasimeno Comune di Castiglione del lago Comune di Piegaro Comune di Paciano Comune di Panicale Comune di Città della Pieve                                                                                                                  
Associazioni:
Arcidiocesi di Perugia e Città della Pieve Distretto Sanitario del Trasimeno CESVOL di Perugia Associazione “ L’ Olivo e la Ginestra “ Studio naturalistico Hyla – Tuoro sul Trasimeno Agenzia Mercurio di Passignano sul Trasimeno Azienda Agricola “ La Via di Porsenna “ di Stefania Ricci di Panicale
Istituti Scolastici:
Istituto Comprensivo Dalmazio Birago – Passignano e Tuoro sul Trasimeno Istituto Omnicomprensivo Mazzini di Magione Istituto Omnicomprensivo di Tavernelle-Panicale Istituto Comprensivo di Castiglione del Lago Istituto Comprensivo di Città della Pieve Istituto Comprensivo di Piegaro  

DOCUMENTI E LINK UTILI

GOOGLE DRIVE

Condividi e partecipa

PROTOCOLLO

Scarica in formato pdf

Vuoi avere maggiori informazioni sul progetto? Contattaci subito

CLICCA QUI