X
Menu
logo 150x150

CIA Umbria

La Confederazione italiana agricoltori (Cia) è un’organizzazione laica e autonoma dai partiti e dai governi. Opera in Italia, in Europa e a livello internazionale per il progresso dell’agricoltura e per la difesa dei redditi e la pari dignità degli agricoltori nella società. Organizza gli imprenditori agricoli e tutti coloro che sono legati all’attività agricola da rapporti non transitori.
Fondata nel dicembre del 1977 come Confederazione italiana coltivatori, al suo quinto congresso (giugno del 1992), ha modificato la sua denominazione e ha assunto, appunto, quella di Confederazione italiana agricoltori per valorizzare il ruolo moderno dell’agricoltore e della sua impresa.

LA CIA IN UMBRIA

In Umbria la Cia opera con 18 uffici territoriali e 5 sedi distaccate.
Le attività di assistenza tecnica e gestionale sono svolte avvalendosi di proprie strutture specializzate per gli interventi nei vari campi: l’ A.G.I.A., Associazione Giovani Imprenditori Agricoli, è soprattutto indirizzata a valorizzare i giovani imprenditori nonché ad agevolare l’inserimento dei giovani in agricoltura; si propone, inoltre, di rendere protagonisti i giovani agricoltori nella trasformazione dell’economia italiana ed europea, promuovendone e difendendone la professionalità e facilitandone l’elaborazione di idee innovative; Turismo Verde si occupa di turismo rurale e l’ agriturismo, concepiti come un insieme di forme di ospitalità diverse volte a valorizzare le attività agricole, le produzioni agricolo-alimentari, artigianali e tipiche, il paesaggio agrario, l’ambiente naturale, i contesti sociali storici e culturali, per porre su basi nuove il rapporto città-campagna e cultura urbana-cultura rurale;

Gruppi di Interesse Economico – GIE

Nell’ambito della realizzazione degli obiettivi che a livello nazionale sono stati individuati al fine di massimizzare l’attività della rappresentanza in buona parte dei settori produttivi che fanno capo al sistema CIA, sono stati costituiti i Gruppi di Interesse Economico (G.I.E.).

Infatti, lo Statuto della Confederazione Italiana Agricoltori nazionale norma i Gruppi di Interesse economico attraverso:

I Gruppi di Interesse Economico costituiti da associati ed aperti anche a non associati, sono articolazioni del sistema CIA e sono organizzati a partire dall’ambito provinciale e/o regionale. Gli organi competenti di ogni ambito costituente il sistema CIA individuano i settori economici aventi rilevanza e partecipazione associativa tale da determinare la costituzione di corrispondenti Gruppi di Interesse Economico e ne stabiliscono le forme di organizzazione e funzionamento con la previsione di un Presidente, escluse forme di separatezza o autonomia statutaria, giuridica e patrimoniale. Su proposta della Giunta Nazionale, la Direzione
Nazionale può deliberare la costituzione di Gruppi di Interesse Economico a livello nazionale su base territoriale, regolamentandone l’attività. Le Assemblee per la costituzione dei Gruppi di Interesse Economico e la individuazione dei Presidenti, sono organizzate dalle CIA di competenza, che daranno la più vasta informazione a tutti gli agricoltori interessati.

All’interno del Sistema Confederale Umbro sono stati quindi individuati i seguenti settori economici

CO­­­S’E’ TURISMO VERDE

E’ un’Associazione senza finalità di lucro,
promossa dalla Confederazione italiana
agricoltori. Rappresenta e tutela, in tutte
le sedi istituzionali, economiche e politiche,
comunitarie e nazionali, gli interessi delle
imprese agricole che svolgono l’attività di
agriturismo, incentivando lo sviluppo e
la crescita dell’intero comparto, nell’ambito
di una strategia volta a favorire una maggiore multifunzionalità  dell’azienda.

Associazione nazionale “La Spesa in Campagna”

L’Associazione Nazionale “la Spesa in Campagna“, nata su iniziativa della Cia – Confederazione Italiana Agricoltori, opera per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità degli alimenti.

Il progetto “la Spesa in Campagna” intende:

  • favorire relazioni dirette tra agricoltori e consumatori;

  • far conoscere la storia di alimenti di qualità, le persone che li hanno prodotti, i campi da cui provengono;

  • far ammirare i territori ed i paesaggi di origine dei prodotti;

  • garantire prezzi equi correlati solo ai processi produttivi, e non ai passaggi intermedi nella filiera.

Le aziende che aderiscono al circuito “la Spesa in Campagna” rispettano regole precise che prevedono anche la disponibilità a sottoporsi a verifiche, che, secondo i principi del controllo partecipato, sono aperte ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori.

Il consumatore può acquistare i prodotti con diverse modalità:

Punto vendita in azienda: recarsi direttamente in azienda per acquistare i prodotti. Il cittadino/consumatore avrà occasione di conoscere da vicino lo stesso imprenditore, l’attività agricola, le tecniche di coltivazione e di allevamento animali, la cultura contadina, nonché di godere del paesaggio agrario circostante, delle bellezze naturali e artistiche del territorio.

Vetrina del Territorio: nello stesso punto vendita di un’azienda, oltre ai prodotti realizzati in azienda, possono spesso trovarsi anche i prodotti delle aziende limitrofe

E-commerce: procedere all’acquisto on – line con la consegna a casa del prodotto scelto, sempre con la massima trasparenza sulle condizioni di vendita, di spedizione e i tempi di consegna, secondo gli standard di sicurezza garantiti dalle più avanzate tecnologie moderne.

…… ma anche “restare in città per fare la spesa in campagna”:

Mercato contadino: un’iniziativa che raccoglie piccoli produttori agricoli locali e li mette direttamente in contatto con i consumatori finali nelle piazze dei tanti comuni d’Italia.

Bottega locale: un’aggregazione di aziende agricole del territorio che portano i propri prodotti nella bottega e che hanno scelto di gestire in maniera associata la vendita diretta.

Relazioni dirette si possono sviluppare con i GAS – Gruppi di acquisto Solidali presenti sul territorio, per organizzare la fornitura dei prodotti con modalità concordate sulla base delle loro particolari esigenze.

+
-
INFO
Luogo Perugia, via M.Angeloni, 1
Telefono 075 7971056 fax 075 5002956
sito www.ciaumbria.it

CONDIVIDI

CONTATTI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio